Chiesa di Santa Maria degli Angeli

La chiesa di Santa Maria degli Angeli fu voluta da Giulio Cesare Russo, cappuccino col nome di frà Lorenzo da Brindisi, canonizzato nel 1881 da Leone XIII

La chiesa di Santa Maria degli Angeli fu voluta da Giulio Cesare Russo, cappuccino col nome di frà Lorenzo da Brindisi, canonizzato nel 1881 da Leone XIII e proclamato dottore della chiesa universale, col titolo di doctor apostolicus nel 1959 da Giovanni XXIII. La chiesa si iniziò a costruire nel 1609 con facciata rivolta a ponente ossia sull’attuale via San Lorenzo. In corso d’opera, su progetto proveniente da Monaco di Baviera, si ripensò l’intera fabbrica ora orientata a nord e riutilizzante, nell’area del transetto, la primitiva navata. In uno con la chiesa si costruì un monastero per le clarisse cappuccine che sarà demolito il 1914 per dar luogo a un edificio per scuole elementari. Pregevole, all’interno, il crocefisso d’avorio inviato da san Lorenzo alla sua chiesa nel 1615 e opera della  scuola di tornitura eburnea di Monaco di Baviera, Sull’altar maggiore è la tardo cinquecentesca “Immacolata tra Angeli” attribuibile al fiammingo Pieter de Witte.

Condividi su:

Dai un voto e lascia una recensione

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Via Ferrante Fornari 27
Brindisi 72100 Puglia IT
Ottieni indicazioni