Il Cristianesimo, le invasioni dei barbari e i normanni

Il Cristianesimo, le invasioni dei barbari e i normanni Nel I secolo d.C. ebbe inizio la diffusione del Cristianesimo nell’Occidente ed è possibile che che abbia avuto precoce presenza in Brindisi; l’evangelizzazione compiuta del territorio sarebbe comunque avvenuta per merito di un monaco egiziano, san Leucio, in fuga dalla sua patria per sfuggire alle persecuzioni […]

Il Cristianesimo, le invasioni dei barbari e i normanni

Nel I secolo d.C. ebbe inizio la diffusione del Cristianesimo nell’Occidente ed è possibile che che abbia avuto precoce presenza in Brindisi; l’evangelizzazione compiuta del territorio sarebbe comunque avvenuta per merito di un monaco egiziano, san Leucio, in fuga dalla sua patria per sfuggire alle persecuzioni poste in essere dagli ariani.

Il 674 i longobardi, muovendo da Benevento, conquistarono e distrussero Brindisi; nell’886 i Bizantini ripresero il controllo dell’area e affidarono al protospatario Lupo un primo tentativo di ricostruzione. Di fatto la città riprenderà vita solo nell’XI secolo allorché i normanni, interessati a espandersi nei Balcani, la resero, come in età romana, grande centro logistico. Si propongono nuovi punti di riferimento urbanistico quali la Cattedrale, il tempio del Santo Sepolcro, il complesso monastico di San Benedetto e si riatta, per volere del re Tancredi, il fonte grande romano sul tratto termonale della Traiana.

Christianity, the invasions of the Barbarians and the Normans

During the I century a.C. Christianity began spreading throughout the Western world. According to some sources S. Peter landed in Brindisi and his preaching started here.

What we know for certain is that S. Leucio, the first bishop of B., was the first to evangelise the town. From the middle of the v century, with the fall of the Roman Empire, the Gothes and the Greeks fought over B. Later on it also suffered the invasions of the  Longobards and of  the Saracens. They sacked the town, massacred the inhabitants and reduced them to slavery. As a consequence they decimated the population and caused the agricultural collapse.

In 886 the Byzantines ruled Salento successfully. They entrusted Brindisi to Lupo Protospapa who tried to help the town recover from its loss. Only in 1071 with the Norman dominion it showed the first signs of  rise.  

The Norman princes were largely involved in rebuilding the town as well as in the economical and commercial recovery. They rebuilt the “Tempietto di S. Giovanni al Sepolcro”. They also built a cathedral (ordered by king Roger and finished in 1143) and restored the big Roman fountain or “Fontana Tancredi”, which took the name of the king who ordered its restoration in 1192.

Condividi su: