Chiesa e Chiostro di San Benedetto

L’ordine benedettino ebbe in Brindisi l’abbazia di Sant’Andrea in Insula, sull’isola su cui sarebbe poi sorto il complesso di fortificazioni a salvaguardia del porto e il monastero femminile di San Benedetto attivo già nel 1089 col titolo di Santa Maria Veterana.

L’ordine benedettino ebbe in Brindisi l’abbazia di Sant’Andrea in Insula, sull’isola su cui sarebbe poi sorto il complesso di fortificazioni a salvaguardia del porto e il monastero femminile di San Benedetto attivo già nel 1089 col titolo di Santa Maria Veterana. Fu esso beneficato sia da Goffredo conte di Conversano e  dominator di Brindisi che dalla moglie Sichelgaita con le donazioni del 1097 e del 1107. La presenza delle benedettine ebbe termine la sera del 19 giugno 1866 allorché, in conseguenza di provvedimento soppressivo, abbandonarono il monastero. Sul portale, dell’XI secolo, sono intrecci viminei di fine fattura che  evidenziano influenze lombarde e bizantine. Sull’architrave è la rappresentazione di due leoni, un dragone e tre bestiari.  Il chiostro  fu costruito con elementi di recupero nel secolo XII e poi modificato ancora nel XVIII. Nella parete che lo chiude a levante sono i resti del palazzo abbaziale di Santa Maria Veterana, eretto fra IX e X secolo.

Dai un voto e lascia una recensione

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Via Guglielmo Marconi 2
Brindisi 72100 Puglia IT
Ottieni indicazioni